Fare Musica per un futuro sostenibile

logo playlist 2030
Icons_01
Playlist2030 logo ob2
Playlist2030 logo ob3
Playlist2030 logo ob4
Playlist2030 logo ob5
Playlist2030 logo ob6
Playlist2030 logo ob7
Playlist2030 logo ob8
Playlist2030 logo ob*
Playlist2030 logo ob10
Playlist2030 logo ob11
Playlist2030 logo ob12
Playlist2030 logo ob13
Playlist2030 logo ob14
Playlist2030 logo ob15
Playlist2030 logo ob16
Playlist2030 logo ob17
Playlist2030 logo ob11
Città e comunità sostenibili

Urban Sketches

per clarinetto e pianoforte

Ogni mini-movimento di questa Suite per clarinetto e pianoforte rappresenta le impressioni legate a diverse soluzioni abitative che hanno segnato la storia dell’urbanizzazione. Musicalmente sono collegati tra di loro dal fatto che condividono una stessa origine intervallare, variazioni ma senza un tema precostituito.

Gianluca Piombo, diplomato in pianoforte, composizione e direzione d’orchestra. Annovera tra i suoi maestri C. Carrara, G. Andretta e L. De Gregorio. Nel 2015, presso l’università Chopin di Varsavia, studia con il pianista e compositore jazz W. Pawlik. Nel 2019, all’interno del festival di musica contemporanea Dopo il rumore, dirige la prima esecuzione della propria composizione Il Sortilegio di Rusalka per orchestra da camera e pianoforte. Nel 2021 le sue liriche per soprano e pianoforte sono state incise per l’etichetta EMA Vinci. Nel 2022 esegue, in occasione di un concerto di beneficenza, la propria trascrizione della Sinfonia op.52 Dalla mia terra del compositore ucraino S. Bortkiewicz. Il concerto si è svolto col patrocinio e la presenza del Console Onorario d’Ucraina. Nel 2023, su commissione del Teatro Verdi di Pisa e di Casa Musicale Sonzogno, crea la partitura de La Bottega di Figaro adattamento de Il barbiere di Siviglia di Rossini. L’opera è stata rappresentata sotto la direzione dell’autore stesso. Nel 2024, su commissione di fondazione Pergolesi-Spontini realizza e dirige la partitura di C’era una volta… Giulia, la Vestale adattamento de La Vestale di Spontini, all’interno delle celebrazioni per il 250° anniversario della nascita del compositore marchigiano. Per la medesima fondazione cura, assieme ai compositori C. Carrara e M. Attura, l’edizione critica dell’opera Alcidor di Spontini. Ha lavorato come assistente e pianista in diverse produzioni operistiche.