Fare Musica per un futuro sostenibile

logo playlist 2030
Icons_01
Playlist2030 logo ob2
Playlist2030 logo ob3
Playlist2030 logo ob4
Playlist2030 logo ob5
Playlist2030 logo ob6
Playlist2030 logo ob7
Playlist2030 logo ob8
Playlist2030 logo ob*
Playlist2030 logo ob10
Playlist2030 logo ob11
Playlist2030 logo ob12
Playlist2030 logo ob13
Playlist2030 logo ob14
Playlist2030 logo ob15
Playlist2030 logo ob16
Playlist2030 logo ob17
Playlist2030 logo ob8
Lavoro dignitoso e crescita economica

Cantata. Per il Tempo, lo Spazio, l’Umano
trittico scomposto per una riflessione dialettica

per violino, flauto, contrabbasso, arpa e percussioni

Il processo compositivo si è costruito su alcune parole chiave, sul loro rapporto dialettico e sulle possibili loro traduzioni in linguaggio sonoro e formale, a partire da una riflessione attorno all’ obiettivo 8 dell’Agenda 2030: “promuovere una crescita economica duratura, inclusiva e sostenibile, la piena occupazione il lavoro dignitoso per tutti”. Tutti e ciascuno: dialoghi tra episodi solistici e di insieme, in un contrappunto evocato; crescita e riflessione: suono puro e sue variazioni; suono solo e processo di accumulazione verticale; lentezza e appropriazione: definizione del gesto sonoro in una scrittura con diversi gradi di definizione e richiesta di concedersi nell’improvvisazione. La partitura diventa così uno spazio condiviso, in cui ogni interprete delinea la propria esistenza: la scrittura è una traccia che lascia spazi di ascolto e di scelta, che necessariamente acquistano valore al tempo stesso individuale e collettivo.

Chiara Mallozzi è diplomata brillantemente in Violoncello e laureata con lode in Musica Elettronica con Agostino di Scipio ed Elio Martusciello presso il Conservatorio di Musica S. Pietro a Majella di Napoli, dove ha studiato Composizione. Si è perfezionata presso la Scuola di Musica di Fiesole nella classe di Musica da Camera di Bruno Canino e presso l’Accademia Chigiana di Siena nella classe di Composizione per strumenti antichi di Simone Fontanelli. Come compositrice, approfondisce lo studio del fenomeno acustico, le interazioni tra suono, ambiente, strutture e tecniche compositive e scrive regolarmente lavori per il teatro e per la danza, portati in scena nei maggiori Festival e Teatri italiani ed europei. Ha al suo attivo una serie di pubblicazioni realizzate sia come compositrice, sia come saggista. Come violoncellista, ha particolare interesse per la musica antica, l’interpretazione del repertorio contemporaneo e per le pratiche improvvisative. Vincitrice di concorso, è titolare della cattedra di violoncello presso il Liceo Musicale Palizzi di Napoli.