Fare Musica per un futuro sostenibile

logo playlist 2030
Icons_01
Playlist2030 logo ob2
Playlist2030 logo ob3
Playlist2030 logo ob4
Playlist2030 logo ob5
Playlist2030 logo ob6
Playlist2030 logo ob7
Playlist2030 logo ob8
Playlist2030 logo ob*
Playlist2030 logo ob10
Playlist2030 logo ob11
Playlist2030 logo ob12
Playlist2030 logo ob13
Playlist2030 logo ob14
Playlist2030 logo ob15
Playlist2030 logo ob16
Playlist2030 logo ob17
Playlist2030 logo ob*
Imprese, innovazione e infrastrutture

Apprendere dal bitume

per flauto, clarinetto, sax baritono, percussioni, violino, violoncello, contrabbasso, pianoforte e live Electronics

Mescolare le tecnologie più avanzate di produzione e manipolazione del suono con gli strumenti acustici e le pratiche performative. Il suono pensato come organismo vivente, con una nascita, uno sviluppo a più strade e diverse possibili conclusioni. Il fango, il bitume, sostanze organiche psicologicamente legate al concetto di sporco, di bassezza, diventano nel lavoro di Guidarini – anche grazie alle suggestioni letterarie di Antoine Volodine – riflessione e necessari punti di ripartenza per immaginare una società più umana.

Nato a Rovigo nel 1995, Luca Guidarini si è laureato all’Università di Pavia, con una tesi sulle tecniche composi ve di Fausto Romitelli. La ricerca musicologica di Luca Guidarini si concentra sulla teoria musicale, sulle tecniche compositive e improvvisative di compositori ed esecutori della fine del XX e XIX secolo. Le sue ricerche sono state presentate in numerose istituzioni e conservatori, come la McGill University (Montreal) e l’IRCAM (Parigi). Comecompositore, Luca studia con Giovanni Verrando e composizione elettroacustica al Conservatorio G. Nicolini di Piacenza, con Daniele Ghisi. Fa parte dell’ensemble Colle vo_21 in qualità di interprete dell’elettronica, compositore e direttore artistico del Festival Incó_ntemporanea. La musica di Luca tratta delle relazioni tra i mezzi tecnologici, i musicisti e la performance stessa, ed è stata eseguita in festival come Biennale Musica di Venezia, Cerimoniali Ritmici (Roma), Crossroads Festival (Salisburgo) e Incó_ntemporanea Fes val (Piacenza), collaborando con solisti di fama come Ljuba Bergamelli, Carlo Siega, Antonio Magna, ensemble come Collettivo_21, Blow-up Percussions, Duo Dubuois.

Luca Perri (1986) è un astrofisico e divulgatore scientifico italiano. È stato membro dell’Istituto nazionale di fisica nucleare (INFN) ed è membro dell’Istituto nazionale di astrofisica (INAF). Tiene regolarmente conferenze presso i planetari di Milano e Lecco, nonché in occasione di vari festival scientifici. La sua attività di divulgazione si svolge anche in televisione, dove ha partecipato a scrittura e conduzione di alcuni programmi Rai (Superquark+ con Piero Angela, Noos con Alberto Angela, Nautilus, Galileo, Newton, Memex). Analogamente, ha partecipato a varie trasmissioni radiofoniche di importanti emittenti italiane, tra cui Radio Deejay, Radio 2, Radio 3, Radio 24, Radio Capital.